giornata internazionale del tè

Giornata Internazionale del tè. Rilassiamoci con una tazza tra le mani

C’è chi usa questa bevanda solo quando è malato. Altri la bevono in lattina, d’estate, perchè è rinfrescante oltre che zuccherosa, eppure il tè è un liquido che nulla ha da invidiare al caffè o alle bevande industriali come la Coca Cola, per esempio.

Oggi “festeggiamo” l’International Tea Day, la giornata internazionale del Tè, bevanda che risulta essere la  più popolare al mondo. Questa giornata cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’impatto che il commercio del tè ha sugli agricoltori e sui lavoratori, ma è anche celebrata dagli amanti del tè in tutto il mondo. Sapevate che le origini del tè risalgono alla Cina? Era usato principalmente per scopi medicinali fino al 17° secolo, quando il tè sbarcò in Inghilterra. I tipi principali includono nero, verde, bianco, alle erbe, oolong e pu’erh.

La festa per celebrare il tè ha avuto avvio dal 2005, ma nel 2019 le Nazioni Unite hanno creato una nuova Giornata internazionale del tè. Quindi ci ritroviamo a festeggiare questa importante bevanda  due giorni all’anno, il 21 maggio e il 15 dicembre. Noi amanti del tè rosso proveniente dalla Rosa Canina, celebriamo entrambe le giornate.

Breve storia del tea day

Non c’è modo migliore per iniziare la giornata che con il gusto e l’aroma piacevole del tè. La leggenda vuole che il tè sia stato scoperto più di 4000 anni fa in Cina dall’imperatore Nun Shen. Durante una delle sue visite in una regione remota, le foglie di un albero vicino soffiarono in una pentola di acqua bollente che i suoi servi avevano messo sul fuoco. L’aroma rinfrescante invitò l’imperatore ad assaggiare la bevanda, e nacque la prima tazza di tè.

Nel XVI secolo, il tè si fece strada attraverso il globo fino all’Europa grazie ai commercianti olandesi, dove divenne una merce ampiamente commercializzata grazie all’istituzione della Compagnia delle Indie Orientali in Inghilterra. Il resto, come si dice, è storia.

Oltre al suo gusto e ai suoi benefici, i contributi del tè alla cultura e allo sviluppo socioeconomico sono altrettanto rilevanti. Coltivato in oltre 35 paesi, la coltivazione del tè sostiene il sostentamento di oltre 13 milioni di persone.

Come celebrare questa giornata

Prova un nuovo sapore, dalla menta alla mela, a un’intera fusione di ingredienti assortiti, prova un nuovo sapore di tè! E se vuoi strafare invita qualche amico e fagli provare una buona tazza di tè.

Lasciaci un commento