Tariffa TARI più cara per i proprietari non residenti. Il TAR dà torto al comune di Melendugno

Hai la casa nel territorio di Melendugno ma non la residenza? Ahia ahia parafrasando una vecchia pubblicità. Se godi di questa sfortunata circostanza sappi che la tariffa TARI applicata è il triplo di un normale cittadino residente. Ebbene questa disparità di trattamento potrebbe cambiare in quanto il TAR Lecce ha dato ragione a 103 cittadini non residenti ma proprietari di abitazione nel territorio di Melendugno.

Come si apprende dal corrieresalentino “con sentenza n. 1673 del 24.10.2022 il TAR Lecce, Sez. I, Pres. Antonio Pasca Estensore Alessandro Cappadonia, ha accolto il ricorso proposto da oltre 100 utenti – difesi dagli Avv.ti Francesco G. Romano e Leonardo Maruotti – avverso il provvedimento di approvazione delle tariffe TARI – Anno 2021 del Comune di Melendugno”.

Il Comune di Melendugno aveva previsto un coefficiente pari a 1,6675 €/mq per i non residenti e 0,6758 €/mq per i residenti. I 103 cittadini non residenti che hanno fatto ricorso hanno tentato di far ragionare la vecchia amministrazione ma non avendo riscontro positivo hanno dovuto usare le maniere forti. Ed ecco che nella giornata del 24 ottobre il giudice ha dato ragione ai ricorrenti.

Il Tar Lecce, aderendo alle tesi degli Avvocati ha ritenuto “irragionevole applicare un coefficiente diverso a seconda del fatto che un soggetto sia o meno residente non essendo correlato siffatto criterio alla capacità di produrre rifiuti”.

Il Giudice Amministrativo nello specifico ha ritenuto che l’applicazione diverso del coefficiente fosse illogico e discriminatorio. Soddisfazione è stata espressa dai ricorrenti che ora si aspettano che la nuova amministrazione recepisca la sentenza.

8.892 proprietari di abitazioni che vedranno la tariffa TARI abbassarsi sensibilmente soprattutto in questo periodo che ogni soldino risparmiato è un soldino guadagnato.

Lasciaci un commento