Da bambini abbiamo giocato con l’amianto nel DAS o plastilina

    30 dicembre 2015 – Avremmo voluto chiudere l’anno in bellezza, invece siamo costretti a chiudere il 2015 con una notizia angosciante, soprattutto per noi che quella materia l’abbiamo maneggiata, lavorata e qualcuno l’avrà anche assaggiata affermando quanto fosse buona. La plastilina, il DAS, che tutti noi abbiamo usato da piccoli aveva al suo interno l’amianto, quella pericolosa sostanza che fa venire i tumori e altre malattie che nessuno di noi vorrebbe mai averci a che fare. Secondo una ricerca compiuta da ricercatori italiani dell’Istituto per lo studio e la prevenzione oncologica (Ispo) e resa nota dalla Asl 10 di Firenze la pasta usata per modellare, prodotta da Adica Pongo in Italia tra il 1963 e il 1975, il DAS per intenderci, aveva al suo interno amianto. Ovviamente Stefano Silvestri, igienista di Ispo e uno degli studiosi che ha firmato il lavoro si è affrettato a dichiarare che l’amianto presente nei 55 milioni di pezzi venduti era un po’ meno cancerogeno, ma la notizia sconvolgente resta. La Adica Pongo ha chiuso i battenti nel 1993 e nel 1976 l’amianto fu sostituito da cellulosa, ma per 13 anni la plastilina è stata sollecitata in qualunque forma dalle nostre manine di bambini innocenti e venduta alle nostre mamme come prodotto non tossico tanto che qualcuno di quei bambini lo ha portato anche alla bocca. E’ vero anche che la ricerca si è affrettata sempre a rettificare che il DAS bisognava sbriciolarlo, polverizzarlo, perché l’amianto facesse male, ma non bisogna mai porre limiti alla fantasia di un bambino. Sempre Silvestri ha rivelato che

    «Il Das era composto al 30% da amianto, 30% di gesso e 30% di talco. Sapevamo e avevamo già segnalato la presenza di amianto nel DAS fin dagli anni Novanta» conclude il ricercatore dell’Ispo.

    Francesco Cappello


    'Da bambini abbiamo giocato con l’amianto nel DAS o plastilina' nessun commento

    Commenta per primo!

    Rispondi

    Melendugno.net 2003-2019 - Tutti i diritti sono riservati; Editore: Zoraide Editore – partita Iva 04559060753; Melendugno.net fa parte del network Ilportaledelsalento.net; Iscritto al n. 25 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 5 dicembre 2013; Direttore Responsabile: Francesco Cappello Redazione: Via Foscolo, 12 – Borgagne di Melendugno (LE) info@melendugno.net

    Web agency

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

    Questo sito utilizza cookie (tecnici e analitici) per le proprie funzionalità e per poter offrire una migliore esperienza di navigazione agli utenti. Inoltre questo sito contiene componenti di terze parti che utilizzano cookie di profilazione a scopi pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Per maggiori informazioni si può consultare la nostra informativa estesa cliccando su INFORMATIVA PRIVACY. Per abilitare/disabilitare le varie tipologie di cookie del nostro sito, clicca su "Cookie Policy"; per avere immediatamente accesso al sito accettando quindi i cookie, clicca su "Ok ho capito e accetto". Proseguendo la navigazione sul sito o chiudendo questo banner, acconsenti a tutti gli effetti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi