Un nuovo divertimento impazza nelle marine. Si bruciano i contenitori di rifiuti solidi urbani

5 febbraio 2015 – Alcuni giovani, si presume, ieri notte hanno dato alle fiamme tre contenitori di rifiuti solidi urbani in alcune contrade nelle marine di Melendugno. Ne dà notizia il comandante Antonio Nahi, tramite il profilo sociale “Il comandante Risponde”. bidoni_marine«Una pattuglia di Polizia Locale nel tentativo di spegnere le fiamme ha assistito allo scoppio, di bombolette che erano all’interno di un contenitore. La deflagrazione – scrive capitano Nahi su Facebook – ha causato una situazione di pericolo che per puro miracolo non ha causato lesioni agli agenti». La bravata ha portato  ad informare la Procura circa i fatti, una brava per estinguere la noia che potrebbe portare a ben più gravi conseguenze nel caso si riesca a mettere le mani sugli autori dell’inspiegabile gesto. «Inutile spiegare che la bravata oltre ai danni economici può considerarsi un vero attentato alla sicurezza pubblica» conclude il comandante della polizia locale di Melendugno.

La Redazione

Lasciaci un commento