gemello olografico

Un nonno di 85 anni crea un gemello olografico per le generazioni future

Il “gemello olografico” del nonno racconterà alle generazioni future la storia della sua famiglia anche dopo la sua morte.

Un nonno di 85 anni ha deciso di lasciare qualcosa di particolare ed eccezionale ai due figli,  ai quattro nipoti e ai futuri pronipoti.  Si è trasformato in un ologramma 3D che servirà come una capsula del tempo umanoide per le generazioni future.

Il tutto accade, ovviamente, negli Stati Uniti,  a Los Angeles, California e l’ologramma 3D è sviluppato da StoryTerrace in collaborazione con 8i. La cattura virtuale è realizzata in uno studio con dei panni verdi, i cosiddetti  green screen. Trenta telecamere individuali inquadrano l’uomo da ogni angolazione. Mentre il nonno, che si chiama Jerry, recita la storia della sua famiglia, i video e le foto che accompagnano l’esposizione vengono proiettati sul muro dietro di lui. Jerry racconta, alle generazioni future, le sue creazioni e la storia dei suoi prodotti che l’hanno reso celebre nel suo paese.

Usando un auricolare come il Meta Quest 2, la famiglia di Jerry può poi vedere il prodotto finale in una VR immersiva. Possono anche camminare intorno al gemello olografico di Jerry e vedere l’esperienza da diverse angolazioni. Per Jerry, il progetto è un modo per preservare non solo la storia della sua famiglia ma la sua eredità personale, permettendogli di “interagire” con i futuri membri della famiglia anche dopo la sua morte.

E voi che ne pensate di tutto questo. Avreste voluto che un vostro familiare o congiunto avesse realizzato un progetto del genere? O lo vorreste realizzare voi per le generazioni future?

Lasciaci un commento