Sopralluogo della soprintendenza al castello di Borgagne: si raccomandano misure per limitare il danno

4 aprile 2013 – Nella mattina di ieri, 3 aprile, si è tenuto il sopralluogo dell’arch. Catalano, funzionario della Soprintendenza, nel castello Petraroli di Borgagne, alla presenza del sindaco di Melendugno Marco Potì, del consigliere comunale Simone Dima e dei due proprietari privati del castello, Milena Giannuzzi e Claudio Turi. crollo castello borgagneLa visita dell’arch. Catalano è conseguente ai crolli avvenuti nel castello tra il 19 e il 21 marzo 2013, che hanno reso precaria la stabilità dell’intera struttura dell’edificio storico.
Dopo un lungo ed accurato sopralluogo, l’arch. Catalano ha richiesto lo sgombero delle macerie del crollo, con l’accortezza, però, di recuperare il materiale riutilizzabile. Ha quindi raccomandato misure precauzionali per limitare il danno e per la messa in sicurezza dell’edificio con una tempistica celere.

Una volta che sarà completata questa prima fase, il sindaco assicura che sarà compito dei tre proprietari di stilare un progetto unitario di restauro e risanamento conservativo dell’immobile storico, dovere che i suddetti proprietari si sono impegnati a portare avanti con solerzia.
Anche in questa occasione, come già avvenuto fin dal primo crollo, le associazioni di Borgagne hanno voluto interessarsi alla faccenda e, tramite il proprio referente, hanno avuto un confronto con il sindaco Potì e l’arch. Catalano per conoscere l’attuale situazione e le prospettive future di quello che i cittadini borgagnesi ritegono il simbolo più importante della loro storia.

Le Associazioni
Circolo Culturale Ricreativo
Pro Loco Borgagne
APS Ngracalati
Movimento “ Per Borgagne”
Associazione musicale “ Paisiello”

Lasciaci un commento