Sesto consiglio comunale, le cinque domande di “Idea Comune”

27 novembre 2012 – In base al comma 2, articolo 17 del regolamento del Consiglio Comunale, l’interrogazione è una richiesta rivolta al Sindaco o alla giunta per avere informazioni circa la sussistenza o la verità di un fatto determinato o per conoscere i motivi e i criteri in base ai quali ci si prefigge di operare in merito ad un determinato fatto od intervento. In questo sesto consiglio sono cinque le interrogazioni presentate dal gruppo, di minoranza, “Idea Comune per Melendugno e Borgagne”. Contattato il consigliere Mauro Russo, ex-Sindaco facente funzioni nella passata legislatura, per avere delucidazioni sulle interrogazioni ci ha inviato una mail che pubblichiamo:

Delle cinque interrogazioni presentate dal gruppo consiliare “Idea Comune” la prima riguarda la problematica sui passi carrabili, si chiedono chiarimenti su presunte irregolarità nelle procedure di notifica e riscossione delle cartelle; la seconda interessa un problema in via Laterano a Melendugno (cattivi odori emanati dalla condotta fognante), la quinta “Ordinanza disco orario” sempre a Melendugno ma è stata nel frattempo superata dagli eventi. Ritengo giusto soffermarmi e quindi spiegare in maniera più chiara, le due interrogazioni che riguardano la comunità di Borgagne, di cui una sul Frantoio Ipogeo e l’altra sugli Edifici scolastici. In merito al Frantoio ipogeo, grazie alla partecipazione ad un bando della provincia (aprile 2011) inerente la valorizzazione e recupero di immobili di interesse storico, fu concesso un contributo di 30mila euro su un progetto generale di complessivi 100mila dall’architetto Niceta Conte. Nell’interrogazione si chiede se l’amministrazione comunale intenda realizzare solo le opere fino alla concorrenza della parte finanziata attraverso la redazione di un progetto stralcio, oppure reperire la quota mancante (70mila euro) per completare e rendere finalmente fruibile tale struttura. Per ciò che riguarda l’interrogazione sulle problematiche legate alle precarie condizioni strutturali e funzionali degli Edifici scolastici, si chiede quali provvedimenti l’amministrazione comunale intende assumere in considerazione dello studio di fattibilità approvato nella scorsa legislatura. Bisogna tener presente che l’interrogazione è stata presentata in data 11 ottobre scorso ed in seguito a questa, su sollecitazione della Vice Presidente del Consiglio d’Istituto, la maggioranza ha convocato un incontro durante il quale ha garantito alcuni interventi ritenuti urgenti.

La Redazione

Lasciaci un commento