Per un 2021 migliore ecco l’alfabeto del 2020

E siamo arrivati alla fine di questo 2020. Mancano poche ore ormai e l’anno horribilis volgerà a termine gettandoci nelle braccia di un 2021 che definire incerto è un eufemismo. Salute ed Economia hanno sconvolto la nostra vita e state pur certi che non torneremo più, mai più, come prima, checchè ne dicano gli inguaribili ottimisti. Chiedete loro se, quando vedono un filmato del 2019, dov’eravamo tutti accalcati, non pensino subito all’assembramento o al fatto che nessuno indossi una mascherina. Entrambi i termini ormai sono entrati nel nostro bagaglio culturale e faranno parte di esso per i prossimi anni. Noi, nell’augurarvi un migliore 2021 vogliamo finire il corrente anno con un gioco, invitandovi a completarlo se lo ritenete incompleto. E quindi ecco a voi l’alfabeto del 2020 rigorosamente non in ordine alfabetico.

Assembramento Amuchina Autocertificazione andratuttobeneAbbracci –  Appestato Anarchico Appartamento Agosto –AsportoAgenzia delle EntrateAngelo in arte Engy

BalconeBiciclettaBarBonus

CasaCreativitàCTSCinaCaniCartelliCovid-19CashbackCongiunti

DroniDistanzaDe LucaDelatoriDPCMDidattica

ElicotteriEmergenza

FilaFunerali Farmacia e parafarmaciaForze dell’ordine

GelGuantiGiuseppe Conte

Infermieri Immunità di greggeImmuniIpocondriacoINPS

Hotel

LievitoLockdownLavaggio delle mani

MediciMascherine

NotebookNoncelodiconoNegazionisti

OspedaliOpposizione

Paura Pandemia

Quarantena

RunnerRistoranteRecovery Fund

SanificazioneSmartworkingSanitàSilenzioSprechi

TempoTampone

VotoVaccino

Webcam

ZonaZuzzurellone

Assembramento

A come Assembramento. Dite la verità quando vedete folla in televisione o per strada pensate che là vi sia assembramento e cambiate strada oppure scegliete strade secondare per aggirarlo. L’assembramento un tempo ricercato ora evitato come la peste. Senza assembramento non ci sarebbero potuti essere i concerti e gli eventi ai quale avete partecipato nel corso della vostra vita.

AMUCHINA

A come Amuchina o Gel introvabile per un periodo abbastanza lungo sostituito da surrogati più o meno profumati e più o meno efficaci. Alcuni, invece, sono stati veramente puzzolenti.

Autocertificazione

A come Autocertificazione. Non potete dire di aver vissuto veramente il 2020 se non ne avete compilato almeno una. E’ il pezzo di carta che ci ha permesso di circolare per motivi di lavoro, studio, necessità o salute ma è anche il documento che ha permesso a molti di esprimere la propria creatività e all’inizio stargli dietro è stata un’impresa. Non si riusciva a stamparne una versione che subito ne veniva pubblicata un’altra, riveduta e corretta. Personalmente ne ho una sempre una compilata in auto e in questi mesi sono stato fermato tre volte e quindi tre autocertificazioni hanno preso il volo. Autocertificazione fa rima con Autorità e magari qualche abuso di autorità non è detto che non vi sia stato. Non credo che non vi sia mai capitato di avere a che fare con il bulletto che in tempi di pandemia si sia sentito in dovere di abusare della sua supposta autorità, magari senza averne requisiti e prerogative.

#Andratuttobene

A come #andratuttobene. Il claim di speranza apparso all’indomani dei primi casi di Covid-19 in Lombardia e Veneto. Sono apparsi manifesti, disegnini e murales accompagnati dall’arcobaleno e disegnati dai bambini con l’obiettivo di comunicare agli adulti che “bene” era un concetto molto astratto e soggettivo.

ABBRACCI

A come abbracci quelli che non abbiamo più potuto darci, non ci siamo più abbracciati e abbiamo allontanato i nostri genitori per un generale principio di precauzione, perché magari non ci credi ma non vuoi rischiare e non vuoi far loro del male. Insieme agli abbracci sono quasi scomparse le strette di mano, anche se qualcuno imperterrito non ha ancora perso questo brutto vizio e poi si disinfetta subito dopo. Invece della stretta di mano è apparso il saluto sul gomito ma non è la stessa cosa, sembra un balletto russo, soprattutto se c’è molta gente da gomitare.

Appestato

A come appestato, chi si ammala non se l’è cercato. Questo virus è subdolo e molto potente e anche se non vuoi ammalarti ti acchiappa lo stesso e definire chi si ammala come un appestato significa che ci si fa guidare da paura e ignoranza e conoscere i nomi degli ammalati non ti permette di immunizzarti. Chi di dovere è già informato ed è buona norma tutelare i soggetti deboli.

Anarchico

A come anarchico. Mi sono scoperto insofferente all’autorità, lo avevo già capito con la vicenda TAP ma ne ho avuto la conferma in questi mesi.

Appartamento

A come appartamento. Virtualmente abbraccio tutti coloro che hanno vissuto questi mesi chiusi in un minuscolo appartamento in città, mangiando cibo consegnato a domicilio, dove si sono svagati guardando i canali di streaming e non hanno avuto la possibilità di uscire applicando sempre il principio di precauzione “non ci credo ma resto a casa”.

Agosto

A come agosto “liberi tutti”. Ad agosto vuoi per il caldo o vuoi perché è il mese delle vacanze per eccellenza anche il virus, o la percezione di esso, è andato in vacanza. Era come se marzo e aprile non fosse successo niente, nonostante i più esperti e pessimisti avvertissero dell’arrivo della seconda ondata. Ma gli italiani e i VIP si sentivano di andare in vacanza, in fondo anche il governo aveva emesso il bonus vacanze, era un torto non spenderlo. E quindi tutti al mare, in gita fuori porta e di portare la mascherina a protezione del gomito. Agosto fa rima con Estate.

Asporto

A come Asporto pratica che abbiamo sempre fatto. Si entra nel negozio, si sceglie il prodotto, si paga e si va via. Stiamo asportando il prodotto dopo averlo soppesato, valutato e pagato. L’asporto al bar non era concepito come tale ma esisteva il caffè da portar via o la pizza in cartone.

Agenzia delle Entrate

A come Agenzia delle Entrate e come l’INPS è vista dal contribuente italiano come il male assoluto. Solo che in tempi estremi servono misure eccezionali e l’Agenzia delle Entrate invece di prendere solo ha concesso un ristoro di 1000 euro a chi ne faceva richiesta. Anche in quel caso non pareva vero e anche in quel caso sono stati visti come una manna salvo spenderli subito dopo per le spese, i contributi e le tasse anche queste non sospese.

Angelo

A come Angelo, in arte Engy, a Borgagne, ha allietato, su Facebook e dal suo terrazzo, le lunghe e noiose giornate con la sua musica e le sue performance. Ci ha regalato una Pasqua indimenticabile e ha donato, a chi è rimasto a casa, un po’ di svago e letizia. Ci ha anche permesso di apprezzarlo e ci premetterà, con questo gioco, di ringraziarlo.

Balcone

B come Balcone. Noi avevamo Angelo, altri hanno avuto, invece, qualche altro artista che ha cantato dal balcone o suonato dal terrazzo di casa. Bisogna pur passare le lunghe giornate se non puoi uscire e se il tempo passa in letizia passa più velocemente.

Bicicletta

B come Bicicletta. Per qualche strano motivo durante la prima ondata andare in bicicletta comportava ammalarsi più facilmente quindi il governo ha deciso che gli sport, tutti, dovessero essere sospesi. La bicicletta è uno degli sport che sì, si fa in compagnia, ma ognuno ha la sua due ruote e se ti avvicini troppo al compagno rischi di cadere e farti male. Ma ogni rimostranza è stata vana in quanto chi ci governa ha più informazioni di noi che notoriamente siamo analfabeti funzionali e quindi tutti gli sport furono proibiti, addirittura anche quelli dei professionisti. Nella seconda ondata, invece, gli sport individuali sono consentiti e infatti ci si incontra, per caso, lungo il tragitto.

Bar

B come Bar e Ristoranti ritenuti ricettacolo di virus e batteri. Andare al bar non è più la stessa cosa. L’accesso se non è contingentato è preceduto da un bel lavaggio di mani con il gel disinfettante, anche se quest’estate ho visto un tizio si è lavato anche le ascelle. Al bar, un tempo, ci si incontrava, si discuteva animatamente, e si facevano buoni affari. Ora in tempi di covid il bar e il ristorante, nei piccoli centri, ha scoperto l’asporto e la consegna a domicilio.

Bonus

B come Bonus di qualsiasi tipo, il regalino è servito. Bonus monopattini, vacanze, efficienza energetica, ristrutturazione, rubinetto, occhiali, smartphone, ovatta, cotton fioc, ecc. ecc.

Casa

C come Casa. La casa è diventata troppo stretta e piccola. Della casa abbiamo scoperto ogni angolo e abbiamo sterminato ogni ragnatela presente. E’ stata ridipinta e i mobili sono stati riposizionati più e più volte perché il tempo devi passare e alla fine i film e le serie tv finiscono.

Creatività

C come Creatività. Abbiamo appurato che la pandemia ha oscurato la nostra creatività. Per venirci incontro alcune aziende hanno regalato alcuni corsi e noi abbiamo aderito con piacere per crescere e migliorare le nostre competenze.

CTS

C come Cts, un esercito di esperti che al soldo del governo e quindi pagati con i nostri soldi hanno deciso per noi e per il nostro bene influenzando la nostra vita quotidiana. Per un bel po’ di tempo i verbali del CTS (Comitato tecnico scientifico) sono stati secretati alimentando, qualora ve ne fosse bisogno, quell’alone di sospetto e depistaggio attorno a questo virus e alla gestione italiana della pandemia. Cts va rima anche con #noncelodicono.

Cina

C come Cina luogo da dove, pare, sia partito tutto. Il virus nato o meno in laboratorio ha messo definitivamente in chiaro che il colosso cinese rimane una dittatura spietata e che è pronta ad uccidere i suoi cittadini per evitare che questi si ribellino al proprio governo. Nessuna informazione deve travalicare i confini nazionali nemmeno quelle di natura sanitaria. Salvo poi scoprire che il virus circolava, anche in Italia, almeno da Settembre 2019.

Cani

C come Cani. Poveri amici a 4 zampe utilizzati per uscire la sera senza rischiare di prendere un verbale. Poveri animali passati di mano in mano e portati a fare i bisogni nonostante la vescica fosse miseramente vuota. Poveri amici a 4 zampe abbandonati alla fine della prima ondata e riutilizzati a ottobre e novembre come fossero un peluche a batteria.

Consegna

C come Consegna a domicilio. La consegna è la parte avanzata dell’asporto. Cerchi un menu digitale, ordini, paghi online e ti arriva a casa. Nelle grandi città questo servizio viene gestito da aziende come justeat o deliveroo ed è la regola non l’eccezione. In tempi di pandemia nei nostri piccoli centri tutti hanno dovuto fare un salto generazionale e attivare il delivery.

Cartelli

C come Cartelli. Affissi ovunque per indicare ai clienti, utenti e visitatori le norme da tenere. Alcuni sono in doppia lingua tradotti tramite Google Translator. Per fortuna quest’anno il 2020 ha visto pochi turisti stranieri altrimenti sai le risate!

Covid19 o Coronavirus

C come Covid-19 o coronavirus. Ci ha sconvolto l’esistenza e non servirà cambiare pianeta perché ce lo porteremo dietro. E’ fortemente probabile che i numeri indicati dei contagiati e degli infetti non sia reale. Non è detto che chi si è ammalato in questi mesi e non lo ha comunicato a nessuno non abbia fatto il Covid-19. Abbiamo prove e testimonianze di persone ammalatesi di strane forme influenzali mai fatte fino ad allora.

Cashback

C come Cashback di Stato, vedasi anche app Immuni. Dove ci sono soldi gli italiani sono in prima fila, anche per “vincere” dieci centesimi. Le implicazioni del cashback di Stato saranno soppesate alla fine del progetto: se pagheranno, se i soldi stanziati basteranno per tutti, se faranno un elenco di tutti i nostri acquisti, se ci arriverà pubblicità ancora più invadente, se….

Congiunti

C come Congiunti. Abbiamo scoperto di essere e avere dei congiunti quando il Presidente del Consiglio dei Ministri la pronunciò, per la prima volta, durante una conferenza stampa. Ormai anche nel linguaggio comune i congiunti hanno preso il posto dei parenti.

Droni

D come Droni. Sono quei velivoli a pilotaggio remoto che servono a reprimere gli assembramenti. All’inizio erano nati per divertimento, alla fine rischieranno di essere abbattuti.

Distanza

D come Distanza, distanza da mantenere, da sostenere e da cercare. Stiate distanziati sanitariamente ma non socialmente. Non fatevi prendere dalla fregola della distanza sociale, perché non fa bene all’umanità, l’uomo, diceva qualcuno è un animale sociale. Cercate invece di mantenere la distanza sanitaria che fa bene a tutti.

De Luca

D come De Luca, governatore della Campania che ha abusato del suo ruolo ed è stato in Campania uno dei primi anziani a vaccinarsi. Come dargli torto. Dopo mesi e mesi di terrorismo mediatico e diffusione capillare della paura il governatore ha visto nel vaccino il miglior modo per sentirsi al sicuro.

Delatori

D come Delatori o simpatici omini che ti denunciano alle autorità perché sei sempre in giro e loro non possono farlo e ti guardano dalla finestra con invidia. Quindi che fanno, prendono il telefono e ti immortalano in qualche scatto e poi condividono lo schifo delle loro delazioni. Delatori fa rima con simpatici ministri che invitano i propri concittadini a trasformarsi nella peggiore razza esistente, quella degli infami. Perché dopo aver denunciato il supposto assembramento o la cena di Natale o capodanno affollata, le forze dell’ordine vanno via ma tu abiti sempre lì e per cambiare domicilio ci vuole tempo.

DPCM

D come DPCM. Siamo diventati tutti esperti costituzionalisti, legiferiamo e andiamo a letto con un manuale di diritto amministrativo sotto al cuscino. Personalmente vado a letto leggendo e rileggendo le disposizioni transitorie e finali della carta costituzionale. DPCM fa rima anche Giuseppe Conte.

Didattica

D come Didattica. Classroom, zoom, skype e altri l’hanno fatta da padrone permettendo ai nostri figli di andare a scuola terminando l’anno scolastico 19-20 e iniziando il 20-21 nel medesimo modo. Un pensiero agli insegnanti che passano ore al computer senza un momento di libertà tra riunione online e didattica con le l’infrastrutture di telecomunicazioni che fa acqua da tutte le parti.

Elicotteri

E come Elicotteri che in piena prima ondata furono impiegati, massicciamente, per stanare chi osava riunirsi per passare una qualsiasi festa insieme. Elicottero fa rima con drone o con Lanciafiamme.

Emergenza

E come Emergenza uno stato non previsto dalla Costituzione Italiana ma normata da un decreto amministrativo del Presidente del Consiglio dei Ministri. In Francia per essere più chiari, trasparenti e incisivi, hanno preferito riunire l’Assemblea Nazionale e approvare all’unanimità lo stato d’Emergenza. Noi italiani, invece, siamo più furbi, se il complotto non esiste lo creiamo altrimenti poi di cosa possiamo parlare al bar. Ah no è consentito solo l’asporto fino al 6 di gennaio.

Fila

F come Fila. Gli italiani hanno imparato a fare le file e soprattutto a rispettarle. Anche la fila alla Caritas è divenuta composta, ordinata e rispettosa.

Funerali

F come Funerali. Non poter salutare gli amici andati via tra marzo e aprile è stato straziante. Non poterli salutare un’ultima volta, non poter accompagnarli nel loro ultimo viaggio è una cosa che non dovrebbe mai accadere. In questo 2020 molti miei amici sono andati via.

Farmacia o ParaFarmacia

F come farmacia e parafarmacia. Pilastri delle nostre comunità è stato un modo per uscire dalla monotonia di quelle giornate sempre uguali. In quei luoghi ci si è ritrovati per scambiare due chiacchiere. Peccato non facessero anche il caffè.

Forze dell’Ordine

F come Forze dell’ordine che in questi frangenti e mentre mancava loro carburante e mezzi adeguati hanno dato prova di professionalità e competenza salvo poi imbattersi in soggetti che fanno rima con Autorità.

Guanti

G come Guanti che continuano ad essere introvabili e costosi.

Giuseppe Conte

G come Giuseppe Conte che invece di passare come il primo temerario che fece il governo con la lega passerà alla storia per aver ridotto allo stremo il paese e non aver saputo affrontare una crisi più grande di lui. Di lui ricorderemo le sue conferenza stampa all’ora tarda della sera, la potenza di fuoco di soldi che mai porteranno a far avanzare il Paese e la sua voce suadente e rassicurante. Di lui invece dimenticheremo che non lo conosceva nessuno prima dell’esperienza di governo e che da “ingenuo” ha gabbato la Lega e gli italiani.

Infermieri

I come Infermieri. Vilipesi e sottopagati sono i protagonisti di questa pandemia. Sono i primi occhi che vedono i malati quando si ritrovano nel letto di un ospedale. Sono coloro a cui ci si rivolge per avere notizie e per ringraziarli di tutto riceveranno un lauto aumento: 150 euro lorde in più in busta paga. Potranno pagarsi una pizza al ristorante. Ah no è consentito solo l’asporto fino al 6 di gennaio.

Immuni

I come Immuni scaricata da oltre 5 milioni di italiani. Immuni fa rima con Cashback di Stato. Se avessero messo un bonus di 10 euro per ogni volta che si veniva in contatto con un positivo ora ogni italiano avrebbe l’app installata sullo smartphone e quelli non compatibili sarebbero stati sostituiti e forse il tracciamento sarebbe servito a qualcosa.

Ipocondriaco o Immunità di Gregge

I come Ipocondriaco e immunità di gregge Chi eventualmente ha creato tutto questo ci ha azzeccato. L’italiano è ipocondriaco oltre che ignorante. Ama i poteri forti ed è disposto a cedere la sua libertà per poi battere i piedi dopo averla persa ma non è disposto a fare null’altro per riconquistarla perché ci devono pensare sempre altri per riprendere ciò che si è perso. Chiama gli altri negazionisti ma è egli stesso negazionista perché non crede all’immunità di gregge né a chi lo governa. Aspetta il vaccino come fosse il messia ma poi chiede cosa c’è dentro, com’è fatto e miserabilmente minaccia chi sceglie di farlo. E’ a favore di un passaporto sanitario e dell’obbligatorietà dei vaccini ma poi minaccia, sui social network, chi osa mettere in discussione le sue parole.

INPS

I come INPS (istituto nazionale previdenza sociale) madre cattiva dei contributi, delle pensioni e della disoccupazione in questi mesi ha ricoperto anche il ruolo di dispensatrice di denaro. All’inizio si è pensato ad uno scherzo, ad una beffa, organizzata da qualche buontempone, soprattutto quando il sistema è andato in tilt. Poi, invece, i soldi sono arrivati. Non a tutti, ovviamente com’è nella migliore tradizione italiana ma qualche italiano ha tirato un sospiro di sollievo. Certo con 1200 euro non vivi soprattutto se poi devi pagare le tasse, le spese e i contributi. Eh già perché quelli non sono stati sospesi. Prima erogati e poi pretesi indietro.

Hotel

H come Hotel e tutte le strutture ricettive di questo paese. Strutture che mai messi in lockdown ma che risentono una crisi senza precedenti del settore. Hotel con il rischio costante di diventare centri di accettazione Covid se la situazione fosse precipitata ma permangono in un limbo da cui ne usciranno solo i più forti, come gli highlander.

Lievito

L come Lievito. Nei primi giorni delle chiusure di marzo il lievito sparì, insieme alle webcam, ai guanti, alle mascherine, all’inchiostro delle stampanti per produrre autocertificazioni e alla farina. Milioni di video furono macinati per scoprire i segreti delle nostre nonne per fare il lievito madre. Milioni di chili furono presi da chi si ritrovò dall’oggi al domani seduto davanti allo schermo per seguire la DAD o per lavorare da casa con lo smartworking. A tutt’oggi, con le palestre chiuse, quei chili di troppo sono ancora là, che ti guardano e aspettano che tu ingurgiti altra roba solo per il piacere di mettere su peso.

Lockdown

L come Lockdown, chiusura totale e ingiustificata soprattutto in primavera e alla luce di quanto visto durante la seconda ondata. Fu detto che gli ospedali del sud non avrebbero retto e ci saremmo ammalati tutti. Così non è stato, il lockdown generalizzato e indiscriminato è stato un disastro dettato da paura ma soprattutto da incompetenza estrema.

Lavaggio

L come Lavaggio delle mani. Una campagna mediatica martellante ha fatto passare il messaggio che gli italiani non sapessero lavarsi le mani. Dall’oggi al domani siamo diventati tutti chirurghi in procinto di entrare in sala operatoria. Ho assistito personalmente a lavaggi così approfonditi perché così fa la Barba D’Urso in televisione mi dissero. La sua demo su come lavare le mani ha fatto eccitare gli anziani del circondario e gli ascolti, insieme ad altre cose, sono stati assai alti.

Medici

M come Medici, sono i protagonisti assoluti di questo stato di emergenza. Silenziosi, professionali ti salvano la vita in silenzio. Studiano su come affrontare l’emergenza nell’emergenze degli ospedali da anni in emergenza. Certo ci sono anche medici, scienziati, che frequentano più le televisioni che una corsia di ospedale ma anche quello sporco lavoro dev’essere fatto.

Mascherine

M come Mascherine. Dapprima introvabili, costose e non obbligatorie. Poi in Lombardia e in Veneto in primavera rimasero introvabili ma fu consigliato di usare quelle di comunità o un foulard. Infine il governo ha stretto un accordo con FCA per la produzione di un miliardo di mascherine chirurgiche e per poterle consumare sono state rese obbligatorie. I prezzi sono crollati. Imperterriti molti italiani non le usano, vuoi perché danno fastidio, al cervello o alla respirazione, altri le usano sotto al mento o sotto al naso o sul gomito. Altri ancora le appendono sugli specchietti retrovisori delle auto e là le abbandonano. Siamo passati da Greta Tunberg che predicava la moderazione sulla spazzatura al gettare le mascherine in ogni dove come se il pianeta stesse bene e avesse bisogno di ulteriore spazzatura.

Notebook o Computer Portatili

N come Notebook o anche webcam, microfoni, tablet e tutti quei dispositivi divenuti introvabili. Impossibile trovarne uno, neanche a pagarlo a peso d’oro. Solo nei grandi magazzini ne sono forniti ma non più di tanto, come se i produttori volessero far alzare i prezzi approfittando dell’eccessiva domanda.

Noncelodicono

N come Noncelodicono fa rima con Negazionisti e rappresenta una fetta di popolazione che non crede a prescindere. Non celodicono che il virus è una creazione in laboratorio, noncelodicono che le bare sui camion militari erano vuote, noncelodicono che questo articolo sarà considerato negazionista e non capito da tutti, Noncelodicono che in Svezia va tutto bene, Noncelodicono che in Cina è andato tutto bene.

Negazionisti

N come Negazionisti. Persone che non credono a tutto questo e fa rima con Noncelodicono. Non credono agli oltre 70mila morti ma credono al disastro economico dato dalla pandemia. Ci sono anche altri negazionisti quelli che non credono ai negazionisti. In fondo siamo tutti negazionisti e non è raro incontrare qualcuno che dica che oltre la pandemia c’è qualcos’altro. Cosa non si sa, per ora.

Ospedali

O come Ospedali. In questo periodo è un bene non frequentarli perché tutti sono concentrati sulla Pandemia ma se uno ha la sfortuna di entrarci noterà la calma e la tranquillità. Sono finite quelle carovane di parenti che stazionavano negli ospedali causando disagio al personale. Gli ospedali più piccoli sono stati cinicamente chiusi mentre qualcuno inaugura le fondamenta di nuovi non capendo che bisogna rinforzare la medicina territoriale e che la prima linea non devono essere i pronto soccorso. Anche questi finalmente sono luoghi più tranquilli e non si trovano più le carovane di parenti che accompagnavano il malato per un’unghia incarnita.

Opposizione

O come Opposizione. Non pervenuta. L’opposizione in un paese normale deve farsi sentire e indagare su eventuali storture invece di fare di tutto per sedersi al tavolo delle trattative per spartire il ricco bottino europeo a spese del contribuente italiano.

Paura

P come Paura e Pandemia. Ci siamo scoperti fragili e spaventati. Un raffreddore molto virulento ha messo in ginocchio un intero pianeta e aivoglia a pensare di cambiare nazione. Ogni stato è rimasto coinvolto e sconvolto dalla forza prorompente della pandemia. Che sia vera o fasulla il Covid-19 ci costerà caro.

Quarantena

Q come Quarantena. Chi non ha fatto la quarantena fiduciaria o forzata alzi la mano? Abbiamo scoperto che i domiciliari non sono dedicati solo ai malviventi ma anche i privati cittadini che in un attimo possono essere privati delle libertà personali. Basta un amico positivo al Covid-19 e la tua libertà di movimento è finita e si è vinto anche un Tampone.

Runner

R come Runner sono stati i nemici dello stato numeri uno. Quei personaggi che desiderosi di combattere il virus per aumentarne le difese immunitarie sono stati visti come portatori insani di tutto. Poco è mancato che qualche zelante operatore li riempisse di piombo. Eclatante il caso del ciclista che si buttò in acqua per non farsi verbalizzare dai carabinieri forestali in Salento: “Esci dall’acqua, non ti facciamo niente” furono le parole ingannevoli degli operatori di polizia salvo poi comminare ugualmente il verbale.

Recovery Plan o Fund

R come Recovery Plan o Fund o soldi a pioggia che l’Europa dovrebbe versare e a cui tutti i politici aspirano. Eh sì perchè, cari italiani, non pretenderete che tutti quei soldi ve li faranno mai vedere? Li dovrete solo rimborsare, non vi preoccupate!

Sanificazione

S come Sanificazione è stata la conditio sine qua non per riaprire tutti i locali pubblici, comprese palestre, centri estetici, bar e ristoranti. Tutti si son dati da fare per sanificare ma all’arrivo della seconda ondata, tralasciando quanti denari son volati via come i materiali usati per sanificare, i luoghi con maggior assembramento sono stati posti di nuovo sotto quarantena e chiusi consentendo solo l’asporto e la consegna domicilio. Periodo nero per le Palestre considerate covo di virus.

Smartworking

S come Smartworking o telelavoro, ma il termine in italiano pareva brutto e quindi si è abusato del termine estero. A causa dello smartworking bar e ristoranti delle grandi città, nati attorno agli uffici, si son trovati senza clienti da ristorare e rifocillare. Lo Smartworking ha permesso ad alcuni impiegati pubblici nullafacenti di continuare nella loro mission: sopra con la camicia indossata a favore di webcam e il pigiama al posto dei pantaloni pronti a seguire la serie preferita.

Sanità

S come Sanità. Considerata, a torto, come una delle migliori del mondo. A torto perché chi dovrebbe destinare risorse si è dimostrato corrotto, incapace e incompetente basti pensare che gli infermieri sono pagati una miseria e per ringraziarli gli verrà data in mancia un’altra miseria.

Silenzio

S come Silenzio. E’ il silenzio il protagonista assoluto dei giorni rossi e delle nostre serate. La sera il silenzio è inquietante e non è raro che se fai incidente son cavoli tuoi perché non passa nessuno. Di notte non si circola perché vige il coprifuoco. Nei piccoli centri le auto non molto presenti comunque accompagnavano il mio sonno, anche d’inverno. Oh Perbacco! sento due auto che passano sotto casa mia.

Spreco

S come Spreco. Uno su tutti i banchi con le rotelle mentre gli edifici scolastici, il materiale e la logistica cade a pezzi. Era stata promessa la didattica in presenza e invece i nostri ragazzi sono rimasti a casa. E non è detto che dopo il 7 gennaio questo trend cambi.

Tempo

T come Tempo. Abbiamo perso del tempo prezioso a trastullarci quest’estate sapendo dell’arrivo della seconda ondata. Abbiamo continuato a chiudere e depotenziare strutture sanitarie ben sapendo cosa ci sarebbe toccato in autunno e cosa ci toccherà in inverno. T come tempo che non passa mai quando sei a casa e non puoi uscire. Allontanatevi dal frigo e dalla dispensa!

Tampone

T come Tampone, affidabile o meno, il tampone fa rima con quarantena. Non esistono altri tamponi all’infuori di quelli per il covid-19 e risultati su Google parlano chiaro: 12 milioni di pagine parlano solo di tamponi.

Voto

V come Voto. Siamo un paese strano non c’è che dire. Se il complotto non c’è ce lo andiamo a cercare. Le elezioni amministrative che dovevano tenersi a maggio slittarono a settembre, e i più attenti notarono come subito dopo si scivolasse sempre più verso un’Italia da tre colori: rossa, arancione e gialla. E seguendo questa linea il voto fa rima con Noncelodicono.

Vaccino

V come Vaccino visto come il risolutore della Pandemia non poterà un “liberi tutti”. Si dovranno portare le mascherine almeno per tutto il 2021 finchè non si realizzerà l’immunità di gregge. E per avere il 75% della popolazione vaccinata sarà una lunga lotta con una serie di incognite. Vaccino fa rima con Paura e Negazionisti. Paura che non serva a niente, paura che l’immunità di gregge non sia raggiunta e negato da taluni soggetti perché inconcludente. Il vaccino, di qualsiasi azienda produttrice è l’affare del decennio.

Zona

Z come Zona. Un tempo esisteva la marcatura a zona, ora invece l’Italia è in zona Rossa fino al 3 gennaio prossimo. Poi il 4 zona arancione e di nuovo zona rossa il 5 e il 6 gennaio 2021. E il 7?

Zuzzurellone

Z come Zuzzurellone che non avendo niente da fare si è impelagato in questo articolo di oltre 20mila caratteri.

Hai qualche lettera da integrare o aggiungere? Commenta qui sotto e il tuo commento sarà integrato

Rispondi