Nona arte : Analisi di un fenomeno – Puntata 2 (Parte 1) : Comics

19 Maggio 2013 – Salve a tutti e bentornati in questa analisi del fenomeno nona arte! In questa seconda puntata vi spiegherò nel modo più semplice possibile le principali grandi categorie di fumetti. Ciò che però, prima di tutto, dovete sapere è che, nella maggior parte dei casi, queste categorie sono molto ben distinte fra di loro, solo in alcuni casi vengono a scontrarsi e vi racconterò anche alcuni di questi casi. Vi avverto che ci son molte cose da dire ma cercherò di non annoiarvi e ogni tanto raccontarvi qualche aneddoto curioso.Ok, detto questo, siete pronti?Via!

In realtà non è poi così facile fare una catalogazione delle categorie ma credo si possa tranquillamente dire che principalmente esse siano differenziate grazie alle nazionalità e, in sintesi, potremmo dire che siano queste :

  • Fumetti nord/sud americani;
  • Fumetti europei;
  • Fumetti orientali.

Visto che rischierò di dilungarmi,come avete capito dal titolo, quest’oggi vi presenterò solo la parte dei comics.

Ovviamente, ognuna di queste categorie poi si suddividono in altre sottocategorie di cui vi parlerò,cercando sempre di non annoiarvi!

Per i  fumetti nord/sud americani è inutile dire che quelli più famosi siano i cosiddetti “comics” americani. I comics quindi si suddividono in due grandi “universi”(sì,si dice proprio così) e cioè l’universo “Marvel” e l’universo “DC Comics” :

  • Marvel Comics : per farvela breve, questo universo racchiude tutti i supereroi come ad esempio Spiderman, Capitan America, Thor, Iron Man, Hulk, I Fantastici Quattro, I Vendicatori(The Avengers) e tutti gli X-Men. Inutile dire che l’autore e creatore più famoso della Marvel sia il “sempre sorridente” Stan Lee, il quale oramai adesso ottantenne non rifiuta mai di fare qualche piccola comparsa nei grandi film dedicati ai supereroi di sua invenzione! Credo sia ovvio dire che esista una casa editrice appositamente per questo universo(che, appunto, si chiama Marvel Comics) e, notizia che probabilmente non tutti sapranno, l’anno scorso è stata acquisita dal gruppo “Walt Disney Company”.

  • DC Comics : questo universo invece racchiude supereroi come Superman, Batman, Flash e Lanterna Verde e Freccia Verde(o, come ultimamente stiamo imparando a conocerlo tramite la TV, Arrow). Come è prevedibile è la diretta rivale della Marvel Comics. In questo universo, oltretutto, esistono per ogni supereroe molteplici “mondi”(non so se mi sto esprimendo bene, non sono specializzato sull’argomento) e per farvi un esempio potrei dirvi che di Superman esistono diverse versioni come ad esempio il Superman di “Terra Uno” che differisce dal Superman di “Terra Due” dal fatto che il secondo è un uomo più maturo. Per spiegarvi un pò più precisamente la differenza tra “Terre” questa volta mi avvalgo dell’aiuto di Wikipedia che su “Terra-Uno” spiega :

Terra-Uno (o anche Terra-1) è il nome dato a due diversi universi immaginari (versione pre- e post-Crisi dello stesso universo) che comparvero nelle storie a fumetti statunitensi pubblicati dalla DC Comics. La prima Terra-Uno venne nominata in “Justice League of America” n. 21 (1963), dopo che “The Flash”n. 123 (1961) spiegò come la versione Golden Age(Terra-Due) dei personaggi come Flash I(Jay Garrick) potessero comparire in storie con protagonisti le loro controparti della Silver Age(Barry Allen). Questa continuità di Terra-Uno comprese gli eroi della Silver Age, inclusa la Justice League of America. Terra-Uno, insieme alle altre quattro Terre sopravvissute del Multiverso DC, furono fuse in un’unica Terranella miniserie “Crisi sulle Terre Infinitedel 1986. In “Crisi Infinita, Terra-Uno fu resuscitata e fusa con la prima Terra dell’epoca della pubblicazione, creando così Nuova Terra. Successivamente, in 52, fu creata una nuova versione di Nuova Terra.

Entrambe queste testate cosiddette “supereroistiche”, oltre ai normali comics, i quali sono costituiti da albetti di formato 15×26 cm e dal numero di pagine che varia da 22 a 32 pagine tutte a colori, pubblica anche alcuni fumetti particolari chiamati “graphic novel” i quali sono costituiti da storie più lunghe(come un romanzo), sia in bianco e nero che a colori, autoconclusivi ed in genere dedicati ad un pubblico adulto. Le graphic novel possono raccontare sia storie di supereroi sia storie di tutt’altro genere e ultimamente sono balzate molto agli onori della cronaca fumettistica grazie al successo a livello mondiale che è “The Walking Dead” di Robert Kirkman.

Esempi di “crossover tra i due universi possono essere “Marvel contro DC”, “La Battaglia del Secolo n. 1 – Superman contro Spiderman”, “La Battaglia del Secolo n. 2 – Superman e Spiderman”, “Avengers/Justice League of America”.

Oltre a queste due grandi case editrici, in ambito americano vediamo anche altre case editrici che pubblicano anch’esse sia comics che graphic novel e che negli ultimi anni stanno avendo dei notevoli successi e sono cioè :

  • Dark Horse Comics : ha pubblicato successi come 300, Hellboy, Conan, Sin City, ha la collana dedicata a “Buffy The Vampire Slayer” e detiene la licenza dei comics di Alien, Star Wars.

  • Image Comics : questa casa editrice è in effetti una derivata della Marvel Comics, questo perchè è nata da una questione legale del 1991 intentata da un autore Marvel che voleva pubblicare un fumetto di sua creazione per una casa editrice indipendente. L’autore in questione è Rob Liefeld il quale, licenziato poi dalla Marvel, creerà un suo logo personale identificato dalla “I” di “Image” che diventerà poi proprio il logo della futura “Image Comics”. Tra I successi si possono tranquillamente nominare Spawn, Savage Dragon e la graphic novel che abbiamo già nominato poco fa cioè The Walking Dead.

E’ inutile dire che da tutti questi comics e graphic novel sono stati ispirati tutti i film sui supereroi degli ultimi 40-50 anni come ad esempio Superman, Spiderman, Iron Man, Thor, The Avengers, X-Men, Blade e chi più ne ha più ne metta. Inoltre sono usciti da queste storie anche delle serie TV come Batman, Flash. Wonder Woman, Smalville (che racconta la storia di un Superman giovane), Arrow, e negli ultimi anni il serial campione di incassi “The Walking Dead”. Si sprecano inoltre tutti I cartoni animati sui supereroi.

Sempre per quanto riguarda il fumetto americano una tipologia a parte sicuramente è quella dei fumetti Disney. A differenza di tutti gli altri tipi di fumetti in cui, per la maggior parte dei casi, i cartoni animati sono ispirati dai fumetti, per quanto riguarda la Disney è successo tutto il contrario e cioè dalle animazioni Disney in cui appare per la prima volta “Micky Mouse” successivamente poi questo personaggio apparirà nei fumetti targati Disney. Ma volete sapere un aneddoto? La prima vera icona Disney non è stato “Micky Mouse” ma un altro animale “antropomorfo” e cioè un coniglio chiamato “Oswald” nella serie “Oswald The Lucky Rabbit”(Oswald Il Coniglio Fortunato) distribuita dalla “Universal Pictures” nel 1927. Solo successivamente Walt Disney fonderà il suo personale studio di animazione ma i diritti su “Oswald” rimarranno alla Universal Pictures(diritti passati alla Walt Disney Company solo nel 2006) perciò Disney, insieme ai suoi collaboratori, si ingegnarono per creare un altro personaggio che potesse spopolare e…cosa inventarono?Un personaggio simile ad un topo…ma inizialmente non si chiamava “Micky Mouse”, si chiamava “Mortimer Mouse”, fu ribattezzato proprio “Micky Mouse” da Lillian Disney cioè la moglie di Walt Disney. Come ben sapete in Italia il personaggio fu chiamato “Topolino”.

Per oggi è tutto, la prossima volta vi parlerò dei fumetti europei tra qui quelli italiani!

                                                                                                                        ArchangelInHell

Lasciaci un commento