Natale 2011, i regali si acquistano sul Web

(22 novembre 2011) ROMA – Il Natale ogni anno arriva sempre prima, lo sa bene quel 13% dei cittadini intervistati, da TNS International per conto di ebay.it, che acquisterà il regalo natalizio per tempo senza aspettare l’ultimo momento.

 Il 61% degli intervistati, su un campione di 1.059 intervistati, invece, aspetterà l’ultimo momento e di questi il 18% addirittura penserà ai doni natalizi solo negli gli ultimi giorni. I più smaliziati e ritardatari addirittura entro il 19 dicembre, senza contare che se l’acquisto viene fatto via web i servizi di consegna, poste o corrieri, potrebbero subire qualche ritardo.
Inoltre secondo la stessa ricerca sette milioni di italiani acquisteranno il regalo via web e il 10% di essi farà tale operazione via cellulare. L’acquisto via dispositivo mobile è sicuramente una novità per questo Natale 2011 flagellato dalla crisi economica. I vertici di ebay.it sono sicuri del dato poichè nel 2010 gli acquisti su Ebay tramite cellulare o smartphone hanno raggiunto la cifra di due miliardi di dollari e si prevede per il 2011 un incremento di tre miliardi di dollari circa. Tutto questo movimento via mobile sul web e sullo spazio di ebay è consentito, ovviamente, dalle applicazioni scritte per gli acquisti online.
«Le applicazioni per mobile di eBay, che è sempre meno aste e sempre più vendita di prodotti nuovi a prezzo fisso con 14 milioni di oggetti in vendita in qualsiasi momento, consentono di avere un centro commerciale a disposizione direttamente sul tuo cellulare e in qualsiasi momento – afferma Irina Pavlova, Responsabile Comunicazione di eBay.it – il fatto che gli acquisti via mobile siano triplicati in Italia nell’ultimo anno conferma che gli italiani hanno l’esigenza di confrontare velocemente prezzi e offerta e di comprare, ovunque e in qualsiasi momento».
Ma perchè scegliere internet per fare il regalo di Natale 2011. Perchè è probabile che esista ancora il vecchio adagio che con internet e con ebay, soprattutto, il risparmio è dietro l’angolo, tenuto conto anche del fatto che la crisi economica è sempre più stringente e il Natale prossimo rischi di essere il più povero degli ultimi anni.

Francesco Cappello

fonte: www.ilquotidianoitaliano.it

Rispondi