auto usate in Puglia

Mercato auto usate in Puglia. Il 2021 chiude con +13,8%

Dopo aver chiuso il 2021 con il segno positivo, il mercato delle auto usate si conferma il canale preferito in Puglia. Nella regione lo scorso anno sono stati effettuati ben 224.736 passaggi di proprietà netti di auto usate (fonte ACI), in crescita del +13,8% sul 2020, un dato in linea con la media nazionale (+13,2%). E anche per il 2022 arrivano segnali positivi, con l’usato che avrà un ruolo di primo piano.

Un risultato a cui ha contribuito in parte la crisi del microchip che ha colpito il “nuovo”. Un dato importante se si considera che nell’anno in corso quasi due utenti su dieci che hanno intenzione di acquistare un’auto usata dichiara di farlo soprattutto per la difficoltà nelle consegne di vetture nuove.

Una crisi che sta quindi spostando l’interesse di molti utenti sull’usato, facendo crescere i prezzi: nel 2021 il costo medio delle auto usate in vendita in Puglia sul portale, pari a €14.690, è aumentato di ben il +16,5% rispetto al 2020.

Sul fronte delle alimentazioni, nell’usato il diesel mantiene saldamente il comando mentre il segmento delle auto ibride ed elettriche, pur rappresentando ancora una quota marginale, a livello nazionale sta iniziando a registrare un maggiore interesse (9,2% tra chi vuole acquistare un’auto nel 2022). La partita sugli incentivi avrà un ruolo importante, unica arma per motivare sufficientemente i consumatori.

Ma gli incentivi rappresentano anche una buona opportunità per “svecchiare” l’attuale parco auto circolante, dato che sul mercato digitale c’è una vasta offerta di vetture di nuova generazione. Sul portale di AutoScout24, la media delle auto in vendita nella regione è di 8 anni, ma a livello nazionale ben il 51% delle vetture usate presenti è Euro 6 e quasi sei su dieci ha 5 anni o meno.

Sono questi alcuni dati emersi dall’Osservatorio di AutoScout24, il più grande marketplace automotive online pan-europeo, sull’andamento del mercato delle auto usate nel 2021 [1]

 Qual è l’andamento dei passaggi di proprietà a livello territoriale? Nel 2021, la classifica delle province per numero di passaggi di proprietà vede in testa Bari con 67.846 (+11,8% sul 2020), seguita da Lecce con 42.762 (+17,4%), Foggia con 36.988 (+13,7%), Taranto con 32.254 (+13,3%), Brindisi con 23.490 (+13%), Barletta-Andria-Trani con 21.396 (+14,7%).

[1] Elaborazione Centro Studi di AutoScout24 su base dati interni e ACI; survey condotta online su un campione di 1.964 utenti della community di AutoScout24 Italia

Cosa hanno cercato i pugliesi nel 2021? Secondo i dati interni di AutoScout24, il 69% delle richieste totali ricevute dagli utenti della regione nel 2021 riguarda vetture diesel. Seguono le auto a benzina con il 24,3%. Per quanto attiene le auto ibride ed elettriche, invece, nel mercato dell’usato si è ancora agli inizi, con il 2% delle richieste totali. Ma a livello nazionale qualcosa inizia a muoversi, soprattutto guardando alle previsioni di acquisto. Gli utenti che dichiarano di voler acquistare questa tipologia di auto sono passati dal 3% di un anno fa a ben il 9% attuale. Sta nascendo, quindi, anche nell’usato un mercato interessante per le auto ibride ed elettriche, ma anche su questo gli incentivi potrebbero avere un ruolo determinante.

In merito ai modelli più richiesti in regione vince in assoluto l’Audi A3, ma se si prendono in considerazione solo le vetture ibride ed elettriche troviamo tra le ibride l’Audi A6 e tra le elettriche la Tesla Model 3.

Perché si preferisce una vettura usata? A livello nazionale, al primo posto in assoluto gli utenti indicano, a pari merito con il 44%, da un lato la possibilità di avere un’auto con dotazioni maggiori o di segmento superiore (con lo stesso budget), dall’altro risorse economiche insufficienti per far fronte all’acquisto. Ma c’è anche la questione legata alla crisi dei microchip: quasi due utenti su dieci, infatti, hanno optato per l’usato rispetto al nuovo proprio per una questione di disponibilità immediata.

 Cosa non può mancare nell’auto? A livello nazionale, preferiscono il livello di comfort e di protezione rispetto all’estetica. Al primo posto tra le funzionalità o gli accessori considerati fondamentali troviamo, infatti, i dispositivi di sicurezza attiva, indicati da ben il 70% del campione. A pari merito, con il 45%, gli utenti indicano il cambio automatico e il sistema di infotainment (navigatore, sistema audio, ecc.). Solo per un terzo degli utenti sono una priorità gli elementi estetici come i cerchi in lega o il tetto panoramico.

Su quale carrozzeria si stanno orientando? A livello nazionale, anche il 2022 conferma l’interesse per i SUV, crossover e fuoristrada, preferiti dal 36% del campione. Seguono le berline (21%) e le station wagon (15%).

“Il 2021 ha segnato importanti cambiamenti nei comportamenti di acquisto e delle abitudini dei consumatori, evidenziando ulteriormente i benefici del digitale – afferma Sergio Lanfranchi, Centro Studi di AutoScout24 – I dati dell’osservatorio mostrano come il mercato dell’usato recente soddisfi pienamente le esigenze degli utenti. La possibilità di scegliere tra auto di ultima generazione, assimilabili a quelle nuove per affidabilità, prestazioni e classe di emissione, rappresenta oggi come non mai un chiaro vantaggio per gli utenti di AutoScout24, che dichiarano budget di spesa in linea con modelli recenti in vendita.  Un ottimo rapporto qualità-prezzo dell’offerta e la velocità e semplicità di accesso ad un parco auto digitale, pressoché infinito, fanno del marketplace il posto ideale per soddisfare ogni bisogno di mobilità.”

 

Passaggi di proprietà al netto delle minivolture – 2021 Var. % Passaggi netti 2021 / 2020
BARI 67.846 11,8%
LECCE 42.762 17,4%
FOGGIA 36.988 13,7%
TARANTO 32.254 13,3%
BRINDISI 23.490 13,0%
BARLETTA-ANDRIA-TRANI 21.396 14,7%
TOTALE PUGLIA 224.736 13,8%

Fonte: elaborazione Centro Studi di AutoScout24 su base dati ACI

 

Passaggi di proprietà al netto delle minivolture – 2021 Var. % Passaggi netti 2021 / 2020
TOTALE LOMBARDIA 455.202 13,5%
TOTALE LAZIO 313.107 14,1%
TOTALE CAMPANIA 281.747 13,5%
TOTALE SICILIA 268.673 14,3%
TOTALE VENETO 230.604 10,0%
TOTALE PIEMONTE 227.374 14,9%
TOTALE PUGLIA 224.736 13,8%
TOTALE EMILIA ROMAGNA 215.160 12,7%
TOTALE TOSCANA 178.374 18,1%
TOTALE CALABRIA 99.417 18,9%
TOTALE SARDEGNA 97.585 18,6%
TOTALE MARCHE 70.090 14,6%
TOTALE LIGURIA 69.483 15,2%
TOTALE TRENTINO-ALTO ADIGE 67.548 17,9%
TOTALE ABRUZZO 67.519 16,8%
TOTALE FRIULI-VENEZIA GIULIA 62.196 10,8%
TOTALE UMBRIA 48.671 14,2%
TOTALE BASILICATA 29.760 17,3%
TOTALE MOLISE 17.430 13,9%
TOTALE VALLE D’AOSTA 7.517 19,4%
TOTALE ITALIA 3.032.192 13,2%

Fonte: elaborazione Centro Studi di AutoScout24 su base dati ACI

Lasciaci un commento