Marte, sul Pianeta c’era acqua. Trovato gesso

(9 dicembre 2011) ROMA – L’acqua è essenziale per la vita umana. Per questo motivo un nuovo rover chiamato Curiosity è già in viaggio verso Marte per confermare, qualora ce ne fosse ancora bisogno, che sul pianeta rosso vi fosse acqua.

I rover sono dei veicoli teleguidati che raccolgono informazioni per l’agenzia spaziale per la quale “lavorano”. I rover giunti su Marte si chiamano Opportunity e Spirit e sono atterrati sul pianeta nel gennaio 2004. Nel corso degli anni, aiutati da diversi veicoli spaziali in orbita, questi straordinari “robot” hanno restituito una prova convincente che Marte non è sempre stato così freddo e secco come lo è oggi.

La prova più convincente della presenza di acqua sul pianeta è stata presentata questa settimana durante la conferenza dell’American Geophysical Union a San Francisco. Si tratta di una vena sottile di gesso che fuoriesce e sporge lungo una roccia antica lungo il bordo di un ampio cratere largo 154 km chiamato Endeavour.

Il gesso, comunemente conosciuto come “gesso di Parigi” , in genere indica che l’acqua ha attraversato o che ha corso attraverso la roccia. Steve Squyres, ricercatore Nasa, è entusiasta e afferma che il rinvenimento del gesso è la migliore prova fatta finora.

Mentre il rover Spirit non è più operativo, Opportunity ha già trovato altre prove sulla presenza di acqua e depositi di minerali che ne testimoniano la presenza, anche se, con le prove sulla esistenza di questo essenziale liquido sul “pianeta rosso” molte domande si sono aperte.

«I minerali sono stati spostati dal vento. Si sono  miscelati con altri materiali. È  un grande e affascinante mescolato pasticcio», ha dichiarato Squyres.

Il rover Opportunity prevede di analizzare altre vene sospettate di contenere gesso intorno al cratere prima di passare il testimone alla prossima sonda che è in arrivo sul pianeta rosso. Il rover Curiosity andrà alla ricerca di argilla, altro indizio che indica la presenza di acqua in un altro cratere chiamato Gale. Acqua o altri “ingredienti” organici, necessari per la vita umana.

Francesco Cappello

Rispondi