ladri in spiaggia

Ladri in spiaggia. Attenzione a oggetti incustoditi

Ah estate! voglia di vacanza, spiaggia e farsi un bagno. Ma capita di lasciare le proprie cose incustodite sulla spiaggia. In fondo cosa potrebbe mai succedere. Ebbene ci sono dei soggetti che come voi hanno voglia di rilassarsi ma che presi da irrefrenabile smania di ruberia potrebbero sottrarre il vostro zainetto lasciato incustodito. I ladri da spiaggia, mimetizzati, ci studiano. Sono astuti, veloci e tenaci. Capita anche che si siedano accanto a noi per tenerci d’occhio e poi, proprio mentre noi ci rilassiamo in acqua. Colpiscono portando via zaini incustoditi e altre proprietà, cercando di mimetizzarsi velocemente tra gli altri bagnanti. Alcune volte però capita che anche le forze dell’ordine sono mimetizzate tra i bagnanti e prendano i ladri.

Cosa fare con smartphone, scarpe, zaini, borse da spiaggia e borsette? Dove lasciarle se non portando tutto con noi? E se ce lo portiamo dietro, in acqua, rischiamo di rovinarle e/o di perderle. É il dilemma di ogni bagnante. Potreste scavare un piccola buca sotto l’asciugamano e riporre lì le chiavi e lo smartphone, per esempio. Oppure lasciare tutto ciò che è costoso in auto, compreso il cellulare e rinunciare al selfie. Affidare le chiavi dell’auto ad un vicino di ombrellone che già conoscete e di cui vi fidate. Oppure potete rischiare cercando di minimizzare le perdite. Ma sappiate che anche lasciando le chiavi i teppistelli potrebbero trovare la vostra auto e fare scempio delle vostre cose esattamente com’è successo ieri pomeriggio a Torre dell’Orso.

Francesco Cappello

Lasciaci un commento