tor project

Il nuovo Tor Browser aggira meglio la censura su Internet

Oggi parliamo di TOR (The Onion Router) il software che ci permette di raggiungere anche gli angoli più remoti di internet. Intanto alcune doverose premesse. Internet non è Facebook nè Tik Tok o Instagram. Questi sono tre servizi di intrattenimento che usano internet per funzionare. Internet non è solo Google ma ci sono tanti altri motori di ricerca ai più sconosciuti. Tor project non è un sistema per violare chissà cosa. Con Tor possiamo anche raggiungere il dark web, quella cosa sconosciuta ai più e di cui tutti i non addetti ai lavori si riempiono la bocca solo per fare bella figura.

Il dark web è quella porzione di internet dove si vende di tutto, dal legale all’illegale. Ma non è solo quello. Con Tor possiamo raggiungere quella porzione di internet che i nostri cari provider ci tengono “nascosta”. Vuoi per proteggerci vuoi perchè un po’ di sana censura non guasta mai. Tor Project è nato appunto  per bypassare questi vincoli offrendo ai naviganti anonimato e privacy.

Il team del Progetto Tor ha annunciato il rilascio di Tor Browser 11.5, un’importante release che introduce nuove funzionalità per aiutare gli utenti a combattere più facilmente la censura. Ebbene sì. Internet in tutti i paesi del mondo è sottoposto a censura! Come detto internet non è Facebook nato solo per distoglierci e ingabbiarci in un mondo dorato di frizzi e lazzi. E non è internet tutti i servizi di intrattenimento social.

Non vi spiegherò come funziona il progetto TOR. Non vi dirò che ogni passo che il vostro dispositivo sulla rete viene criptato attraverso dei nodi.  É un continuò avanti e indietro di dati criptati.

Bypass automatico del blocco

Gli aggiornamenti di Tor Browser 11.5 si concentrano sull’aggiramento della censura, un processo iniziato un anno fa nella versione 10.5 con il miglioramento dell’esperienza di connessione a Tor.

Con la nuova versione, gli utenti non devono più provare manualmente le configurazioni dei bridge per sbloccare Tor.

La versione 11.5 di Tor Browser è dotata di una nuova funzione chiamata “Connection Assist”, che assegna automaticamente la configurazione di bridge che si sa funzionare meglio per la posizione dell’utente.

Connection Assist funziona cercando e scaricando un elenco aggiornato di opzioni specifiche per paese da provare utilizzando la vostra posizione (con il vostro consenso)“, spiega l’annuncio del rilascio.

Riesce a farlo senza dover prima connettersi alla rete Tor utilizzando moat, lo stesso strumento di fronte al dominio che Tor Browser utilizza per richiedere un bridge a torproject.org“.

Poiché Connection Assist è ancora in una fase iniziale di sviluppo (v1.0), il team di Tor accoglie con favore i feedback e le segnalazioni degli utenti, che li aiuteranno a risolvere eventuali problemi e migliorare il sistema.

Dove trovare Tor

È possibile scaricare l’ultima versione di Tor Browser dal portale ufficiale come pacchetto installabile o come binario portatile per l’architettura del proprio sistema operativo.

Lasciaci un commento