Il CDA TAP visita i luoghi di approdo del gas e gioca tutti

16 ottobre 2013 – Si è tenuto a San Foca un raduno del comitato NoTAP , di semplici cittadini, di giornalisti di varie testate locali (Quotidiano, Rai3-Regione, Telenorba, La Gazzetta del Mezzogiorno, Melendugno.net) e delle forze dell’ordine (Carabinieri, Polizia, Digos e Vigili Urbani). notap san focaTutti insieme hanno affrontato le avverse condizioni meteo per poter esprimere, ciascuno a suo modo, il proprio dissenso per quello che stava avvenendo. I cittadini e il comitato NoTAP hanno espresso, qualora ve ne fosse bisogno, la loro avversione alla costruzione del megagasdotto, i giornalisti hanno raccolto le testimonianze e la pioggia che il cielo ha inviato e le forze dell’ordine sono state obbligate a “catturare” l’acqua per motivi di servizio e di ordine pubblico. Il Consiglio d’Amministrazione TAP, invece, ha visitato, indisturbato, i luoghi dell’approdo del gasdotto e poi si è trasferito altrove conscio di aver giocato a tutti un bel tiro mancino bagnato da un temporale autunnale che non accenna a fermarsi. Unico politico presente e bagnato, il consigliere d’opposizione, Marino Giausa. Intanto le solite voci parlano di incontri “segreti” tra il CdA TAP con alcune componenti sociali di Melendugno, per convincere tutti della bontà e del beneficio del progetto.

 

Francesco Cappello

One Reply to “Il CDA TAP visita i luoghi di approdo del gas e gioca tutti”

  1. Una politica del tutto Melendugnese è quella di salire sul carro degli ambientalisti ed allo squillo di tromba dire “ARMIAMOCI E PARTITE” contro Tap e tav opere inutili…

Lasciaci un commento