fitodepurazione melendugno

Giornata Mondiale delle Zone Umide si può visitare l’impianto di fitodepurazione di Melendugno

Anche quest’anno Legambiente celebra la  Giornata Mondiale delle Zone Umide  che ricorre il 2 Febbraio, per celebrare la firma, avvenuta nel 1971, della Convenzione di Ramsar sulle zone umide di importanza internazionale organizzando eventi per far conoscere, conservare e fruire queste aree e quelle fluviali e lacustri del nostro Paese.

Nello specifico  Legambiente Nardò organizza, giovedì  6 febbraio, una visita al bio-fitodepuratore di Melendugno. L’evento è organizzato in collaborazione con Acquedotto Pugliese . L’impianto è sulla strada provinciale 145 Melendugno-San Foca e l’appuntamento è alle 9.30 ed è un esempio di sistema complesso di depurazione delle acque reflue e riqualificazione ambientale e valorizzazione del paesaggio”.

Il bio-fitodepuratore di Melendugno serve i Comuni di Melendugno, Martignano e Calimera. La fitodepurazione è un sistema di depurazione naturale delle acque reflue domestiche, agricole e talvolta industriali, che riproduce il principio di autodepurazione tipico degli ambienti acquatici e delle zone umide. Quello di Melendugno è il più grande impianto di fitodepurazione d’Italia, tra i primi d’Europa per grandezza e capacità di portate di reflui civili. Con questa iniziativa vogliamo far conoscere un esempio virtuoso presente sul territorio volto al recupero delle acque reflue e che si integra perfettamente in una zona umida preesistente valorizzata e tutelata proprio grazie alla presenza del biofitodepuratore.

Questi particolari ecosistemi, oltre ad accogliere e conservare una ricca diversità biologica di piante, uccelli, mammiferi, rettili, anfibi, pesci e invertebrati, garantiscono ingenti risorse di acqua e cibo e altri servizi ecosistemici e svolgono una funzione fondamentale di mitigazione dai cambiamenti climatici.

Lo slogan della Giornata mondiale delle Zone Umide del 2022 è Valorizza, gestisci, restaura, ama le zone umide.

Il valore delle aree umide è costituito dal fatto che esse immagazzinano grandi quantità di carbonio e assorbono le piogge in eccesso, arginando così il rischio di inondazioni, rallentando l’insorgere della siccità e riducendo al minimo la penuria d’acqua.

Le aree umide sono i pozzi di assorbimento del carbonio più efficaci sulla Terra.

La Giornata mondiale per Legambiente costituisce anche un ulteriore strumento di mobilitazione per l’obiettivo della campagna “30% di territorio protetto entro il 2030”.

Contatti

  • Legambiente Leverano
  • legambiente.leverano@gmail.com

Lasciaci un commento