giornata mondiale del rene

Giornata mondiale del rene. Aumentare la consapevolezza delle malattie renali

La Giornata Mondiale del Rene è una campagna globale di sensibilizzazione sulla salute che si concentra sull’importanza dei reni e sulla riduzione dell’impatto delle malattie renali e dei problemi di salute associati in tutto il mondo. La campagna viene celebrata ogni anno in più di 100 paesi e cade il secondo giovedì di marzo. La Giornata Mondiale del Rene è un’iniziativa congiunta della Società Internazionale di Nefrologia e della Federazione Internazionale delle Fondazioni del Rene.

Storia della Giornata Mondiale del Rene

Celebrata per la prima volta nel 2006 per la prima volta con la domanda: “I tuoi reni stanno bene?” L’idea che ci sia un grande bisogno di educare il mondo sull’importanza della salute dei reni, e ridurre l’impatto delle malattie renali e di altre condizioni di salute ad esse associate, è stata la spinta a creare questa iniziativa.

L’obiettivo che è stato stabilito è stato quello di aumentare la consapevolezza di ciò che i nostri reni fanno e cosa può accadere quando non funzionano correttamente. Si sforzano di insegnare i fattori di rischio e portare lo screening a coloro che sono a rischio di malattia renale cronica. La prevenzione è il principale obiettivo generale, insegnando alle comunità come mantenere i loro fattori di rischio il più basso possibile.

La Giornata Mondiale del Rene riguarda anche la donazione. I professionisti dei trapianti usano la giornata per educare le persone sulla necessità di donare gli organi. Questa è una decisione che se lasciata fino all’ultimo momento può essere difficile e dolorosa per le famiglie. Ma gli individui possono facilmente rendere noti i loro desideri e le  donazioni possono riportare la gioia nella vita di qualcuno che soffre di una malattia renale.

Le civiltà erano consapevoli dell’esistenza dei reni nel corpo umano anche prima che la scienza avesse raggiunto lo status che ha oggi. Ecco perché i reni sono menzionati nella Bibbia più di 30 volte. Il Papiro Ebers egiziano contiene un’antica descrizione dei reni. Georg Ebers, un egittologo tedesco, l’ha scoperto risalendo al 1550 a.C. Anche gli antichi egizi soffrivano di cisti e calcoli renali. E le antiche mummie lo testimoniano.

 

Lasciaci un commento