giornata internazionale della tolleranza

Giornata internazionale della tolleranza

La Giornata internazionale della tolleranza del 16 novembre è l’opportunità per ricordare l’ultima volta che avete avuto una prospettiva diversa da quella di uno dei vostri amici? O quando è stata l’ultima volta che hai imparato qualcosa dalla cultura di qualcun altro?

STORIA DELLA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA TOLLERANZA

La giornata internazionale della tolleranza è stata creata dall’Assemblea Generale dell’ONU, con l’obiettivo di far sì che le istituzioni educative e il pubblico in generale vedano la tolleranza come un punto fermo della società. E’ nata nel 1995 dopo che le Nazioni Unite l’hanno dichiarato Anno della Tolleranza.

Nel 1995, l’UNESCO ha dato vita alla Dichiarazione dei Principi sulla Tolleranza come un modo per definire e fornire la consapevolezza della tolleranza per qualsiasi e tutti gli organi di governo e partecipanti. Quel giorno del 1995 era il 16 novembre. Ora, come anniversario di quella Dichiarazione, celebriamo la Giornata Internazionale della Tolleranza ogni 16 novembre per aiutare a diffondere la tolleranza e aumentare la consapevolezza di qualsiasi intolleranza che possa essere ancora prevalente nel mondo di oggi. Anche se dovremmo essere tolleranti ogni giorno, è sempre bene avere un’occasione per ricordarci quanto sia importante la tolleranza.

Inoltre, l’UNESCO ha creato un premio per riconoscere coloro che hanno ottenuto grandi risultati nel promuovere lo spirito di tolleranza o di non violenza in campi come la scienza, la cultura e le arti. Il Premio UNESCO-Madanjeet Singh e la Giornata internazionale UNESCO per la tolleranza riconoscono entrambi che la tolleranza è un diritto umano universale.

COME OSSERVARE LA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA TOLLERANZA

Leggere culture o nazionalità diverse è uno dei modi migliori per aiutare ad abbattere le tue intolleranze che potresti non sapere di avere. Per celebrare la tolleranza, spesso è necessario prima rendere se stessi consapevoli dell’intolleranza.

Ascoltare gli altri è un ottimo modo per aprire la tua prospettiva e guardare meglio il mondo e come lo percepisci. Tolleranza e intolleranza possono essere identificate solo ascoltando di più coloro che possono aver sofferto per mano dell’intolleranza e ascoltando ciò che hanno da dire.

Non c’è dubbio che un mondo privo di tolleranza non sarebbe un bel posto dove stare. È convinzione di coloro che sostengono questa giornata che un tale mondo non dovrebbe mai esistere – e che tutti hanno diritto alla loro espressione, alla loro religione e alla loro coscienza senza paura di pregiudizi o di essere ridicolizzati. Inoltre, insegna che il background razziale o religioso di una persona è irrilevante per il potenziale di tolleranza e amicizia tra di loro.

L’ONU definisce la tolleranza come rispetto, apprezzamento e accettazione della diversità delle culture del mondo e di tutti i modi in cui siamo umani. È un diritto umano da ricevere, e ci si aspetta che sia praticato non solo dagli individui, ma dai gruppi e dagli stati. I diritti umani sono il nucleo di questo pensiero – come tale, sostiene la nozione che l’umanità ha il diritto di vivere in pace.

La Giornata Internazionale per la Tolleranza sostiene la nozione che l’educazione è un fattore chiave nella prevenzione dell’intolleranza nella razza umana. In questa giornata, siamo incoraggiati a educare e imparare a praticare la solidarietà tra gruppi etnici, sociali e culturali.

 

Lasciaci un commento