Colto da malore 29enne muore in palestra. La comunità si stringe attorno alla famiglia

18 dicembre 2012 – Si chiamava Antonio Petrachi il 29enne melendugnese morto ieri sera presso il suo luogo di lavoro, la palestra new Fitmania. Mentre era intento a compiere i suoi esercizi Antonio è stato colto da malore, chiamato il 118, verso le 20, è stato trasportato d’urgenza in ospedale, ma la corsa verso il Vito Fazzi è stata inutile. antonio_petrachiAntonio è deceduto poco dopo l’arrivo in ospedale. L’intera comunità si è stretta attorno alla famiglia Petrachi e su Facebook i messaggi di cordoglio e di incredulità si susseguono continuamente. Anche sul profilo sociale della palestra il sentimento più frequente è l’incredulità.

«Tu che eri un punto di riferimento per tutti noi, tu che eri sempre disponibile cordiale pieno di vita e gioia di vivere» scrive un affranto Andrea e ancora Francesca «non ho parole per descrivere ciò che ho provato questa mattina leggendo la notizia. A tutti mancherà il tuo sorriso contagioso. Antonio caro veglia su mamma Raffaella, papà Carlo ed Elisa». Sono decine e decine i messaggi con lo stesso tono e la stessa incredulità e il sentimento più comune lo espone Giuseppe «Ciao Antonio, non ti conoscevo, ma ogni volta che una vita si spezza, una vita giovane, un figlio della mia terra vola via mi lascia dentro una tristezza incredibile». Allo stato attuale non vi è una data per il funerale, si attende invece l’autopsia per capire perché ha lasciato questa vita solo dopo 29 anni dalla nascita.

La Redazione di melendugno.net ha deciso di sospendere il plug-in natalizio e si stringe alla famiglia per la perdita di Antonio.

 

Francesco Cappello

2 Replies to “Colto da malore 29enne muore in palestra. La comunità si stringe attorno alla famiglia”

  1. Di fronte a queste tragedie ci rendiamo conto di quanto la vita sia solo una folata di vento………dovremmo vivere con la consapevolezza che la vita è una sola,addio Antonio,resterai nei nostri cuori,tu che sei volato via troppo presto!

Lasciaci un commento