pet day

Celebrato ieri il Pet Day. Dal 2006 per proteggere gli animali abbandonati.

Ieri, 11 aprile, si è celebrato il Pet Day la giornata di festa per aiutare gli animali domestici. Dal 2006 per proteggere gli animali abbandonati.

È acclamato ormai che le persone amino circondarsi di animali domestici e molti non si rendono conto dei vantaggi di adottarne uno. I vantaggi nell’adottare un’animale, in attesa nei rifugi, possono diventare uno dei più grandi doni della vita. Il Pet day dedica la giornata a quegli animali domestici che non sempre ottengono la compagnia e l’attenzione che meritano.

Secondo l’ong (organizzazione non governativa) animalista dell’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), durante l’anno della pandemia e dei lockdown, han trovato casa in Italia ben 8100 cani e 9500 gatti, oltre il 15% in più rispetto al 2019. Nel Sud Italia, in particolare in Sicilia, Puglia e Campania sono aumentate le adozioni con una percentuale del +40%. Complice, forse, anche il fatto che secondo i DPCM emanati dal Presidente del Consiglio, fosse possibile “fare un giro” al di fuori della propria abitazione in compagnia dell’amico peloso.

La scelta consapevole nell’adozione

Il Pet Day, ebbe inizio nel 2006, quando l’avvocato per la protezione degli animali, Colleen Page, celebrò la gioia che gli animali domestici portano nella vita delle persone e le incoraggia a ridurre il numero presenti nei rifugi. Il numero di animali che entrano nei rifugi è diminuito significativamente nel corso degli anni, ma sono ancora tanti. Incoraggiare l’adozione come prima scelta è una delle idee principali del Pet Day.

Ma se l’adozione non è possibile, come scelta personale, si può fare il volontario presso il tuo rifugio locale. Aiutare a prenderti cura degli animali facendo, ad esempio, passeggiare i cani nella zona vicina. Puoi anche aiutare a nutrirli o donare coperte, cibo e giocattoli se non puoi permetterti un amico a quattro zampe.

Rapporto bambino-animale durante la crescita

Crescere insieme a un animale in casa è un’esperienza che fa bene alla salute e al comportamento del bambino. Grazie alla compagnia dell’animale domestico i bambini sono in grado di comprendere e rispettare le diversità, ad essere più responsabile. Inoltre un bambino coinvolto nella cura di un animale da compagnia impara a prendersi cura degli altri, impegnandosi in prima persona nella gestione pratica, mettendo in secondo piano il proprio egoismo.

Il rapporto che si instaura tra bambino e animale, stimola le acquisizioni psicomotorie e riduce il rischio di obesità, migliorando la capacità di comunicazione perché si acquisisce il linguaggio promuovendo la comunicazione del bambino in forma di lodi, ordini, incoraggiamenti.

Tutti noi riconosciamo l’amore, la gioia che gli animali portano alle nostre vite e ci assicuriamo di far sapere quanto significano per noi.

Non importa quale sia la vostra lista di animali domestici in casa, dai cani ai coniglietti, dai pappagalli ai porcellini d’india. Il Pet Day vi da’ l’opportunità di abbracciare di più il vostro animale da compagnia e fargli sapere quanto illumina la nostra vita.

Vi siete mai chiesti quali sono gli animali domestici più popolari al mondo?

Siamo sicuri che non è una sorpresa che siano i cani, seguiti dai gatti! Ma, cosa viene dopo? Beh, ci sono i pesci e poi gli uccelli. E poi criceti, gerbilli, topi, cavalli e serpenti completano la lista degli animali domestici più popolari.

Spesso ritroviamo anche vari profili virtuali su Instagram con protagonisti i nostri amichetti pelosi, la cui scelta va per la maggiore per gli animali domestici di piccola taglia, in questo caso cani, detti meglio “toy”.

Per festeggiare potresti acquistare degli articoli per animali domestici, giocattoli, peluche, dispense di dolcetti, cuscini o potresti anche dedicarti alla creazione di piccoli premi con ricette apposite.

E tu? Quali animali da compagnia hai in casa? Quali sono gli animali a cui vorresti dare una casa e tanto amore?

Cristina De Luca

Rispondi