Anche a Ravenna nascerà una spiaggia per i malati di SLA. Sull’esempio di San Foca

La spiaggia riservata ai bagnanti affetti da gravi disabilità ha fatto scuola. A Ravenna, a quasi 800km di distanza l’associazione “Insieme a te” è impegnata con i familiari di Dario Alvisi, un cittadino di Faenza scomparso il giorno di pasquetta, a fare conoscere questo progetto, a condividerlo con il Comune di Ravenna e con quanti sono interessati a sostenerlo e a raccogliere fondi per realizzarlo, già dall’estate 2018.
Dario era immobilizzato su un letto a causa della SLA, aveva 45 anni e tre figlie e aveva affrontato 794 km per utilizzare una spiaggia ed un mare a San Foca di Marina di Melendugno destinato alle persone con gravi invalidità e gestito da un’altra Associazione di Volontariato, 2HE, e che ha creato il progetto IO POSSO dando vita alla terrazza sul mare a San Foca con l’ausilio del comune di Melendugno. La «Terrazza”Tutti al mare!”» è un accesso al mare attrezzato per ospitare disabili motori, sorto nella splendida cornice salentina di San Foca, appunto.
Sabato 7 aprile scorso, a Ravenna si è tenuto un concerto Coro Gospel Voices of Joy a favore dell’Associazione “Insieme a te” e i volontari della stessa associazione sono certi che realizzeranno il sogno di Dario per di riproporre “quell’esperienza pugliese in un tratto di spiaggia della riviera ravennate per accogliere persone con malattie invalidanti, in maniera totalmente libera e gratuita, con personale e volontari in grado di assisterle e accompagnarle in mare con mezzi e strutture adeguate”.

Francesco Cappello

Rispondi