Attenzione ai furti, anche in spiaggia. Beccata ladra a Torre dell’Orso

    5 agosto 2017 – Anche con il caldo torrido, i ladri non vanno in vacanza, ed anzi, alcuni si adeguano al periodo al fine di continuare con la loro attività anche durante il riposo delle persone.

    E’ successo a Torre dell’Orso, meta ogni anno di tantissimi bagnanti, dove Giulia BENEVELLI, già con precedenti di polizia per furto, in trasferta da Bologna, aveva ben pensato di attraversare i vari lidi ed alleggerire le borse ed i vestiti dei bagnanti, approfittando di qualche loro momento di distrazione o del loro allontanamento momentaneo dal proprio ombrellone.

    Proprio il suo atteggiamento di fine osservatrice tra i vari ombrelloni ha attirato l’attenzione di alcuni bagnanti, che dopo essersi recati a prendere velocemente un caffè, sono ritornati sotto l’ombrellone e si sono resi conto che ad uno di loro era stato sottratto il telefono, in concomitanza con il fatto che quell’appariscente ragazza bionda con un vistoso tatuaggio sulla gamba che si era trattenuta un bel po’ in quella zona senza un apparente motivo era sparita, non prima di essere notata dai vicini di ombrellone del malcapitato e scambiata per la sua fidanzata, mentre rovistava tra i suoi vestiti.

    E così, essendo il sospetto divenuto certezza, i bagnanti hanno avvisato i gestori del lido, diramando tra gli altri gestori di lidi vicini e gli altri bagnini la descrizione della ragazza. Nel frattempo erano stati avvisati anche i Carabinieri, che si stavano portando sul posto.

    In questo caso, la fortuna non è stata dalla parte dell’abile ladra, dato che Giulia BENEVELLI, grazie alla descrizione diramata, veniva individuata da alcuni bagnini mentre stava lasciando il litorale e si stava dirigendo all’interno della pineta.

    Una volta lì bloccata, alla presenza dell’ultimo bagnante a cui aveva sottratto il cellulare, alla ragazza non è restato che ammettere le proprie responsabilità, magari sperando così di poterla fare franca, recandosi con le persone che l’avevano fermata presso la propria autovettura, e restituire sia il telefono al malcapitato bagnante, sia altri oggetti derubati poco prima ad altre ignare persone.

    Infatti poi, con l’arrivo dei Carabinieri, che hanno preso in consegna anche un altro telefono cellulare e due portafogli da donna presi dalla BENEVELLI all’interno della propria auto, è emerso che altri tre diversi bagnanti avevano subito un furto da parte della ragazza e non avevano ancora provveduto a formalizzare l’accaduto, ma contestualmente sono stati immediatamente rintracciati dai Carabinieri ed invitati in caserma.

    La carovana poi si è spostata presso la locale Stazione del Carabinieri, dove i militari, dopo aver ascoltato le testimonianze dei vari attori della vicenda, aver formalizzato le denunce da parte delle vittime dei furti ed aver infine restituito la refurtiva ai legittimi proprietari, hanno proceduto ad informare dell’accaduto la Dottoressa Stefania Mininni quale Pubblico Ministero di turno presso la Procura di Lecce, la quale ha concordato con i Carabinieri nel sottoporre ad arresto Giulia BENEVELLI per l’ipotesi di “furto aggravato continuato”.

    Quindi la ragazza, dopo tutte le altre formalità di rito, è stata associata dai Carabinieri presso la casa circondariale di Borgo San Nicola.


    'Attenzione ai furti, anche in spiaggia. Beccata ladra a Torre dell’Orso' nessun commento

    Commenta per primo!

    Rispondi

    Melendugno.net 2003-2017 - Tutti i diritti sono riservati; Editore: Zoraide Editore – partita Iva 04559060753; Melendugno.net fa parte del network Ilportaledelsalento.net; Iscritto al n. 25 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 5 dicembre 2013; Direttore Responsabile: Francesco Cappello Redazione: Via Foscolo, 12 – Borgagne di Melendugno (LE) info@melendugno.net

    Web agency

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi